Ozonoterapia

blank

Ozonoterapia

L’ozono è una forma arricchita dell’ossigeno (O3) è blu e ha un odore particolare.
Viene prodotto in natura dalle radiazioni ultraviolette  che colpiscono l’ossigeno atmosferico e lo trasformano in ozono.
Sulla terra è il più efficace battericida esistente; inoltre si combina con gli inquinanti dell’aria, effettuando una vera a propria pulizia e igienizzazione dell’aria. Quando l’ozono si mescola con l’acqua piovana, forma il perossido di idrogeno, un composto che favorisce la crescita delle piante.

 

L’ozono viene usato in terapia per i suoi effetti:

  1. antinfiammatori (è scientificamente dimostrato l’effetto sui mediatori chimici dell’infiammazione come TNFalfa, IL6,8 leucotriene B4, p65, NF-KB che si formano nei tessuti infiammati)
  2. antidolorifici (potenzia l’effetto delle endorfine e encefaline ed agisce anche sul dolore neuropatico)
  3. stimolazione della circolazione linfatica e riduzione dei gonfiori (nel microcircolo migliora la deformabilità dei Globuli rossi e quindi riduce la viscosità del sangue e aumenta il rilascio di O2 ai tessuti periferici; inoltre ha anche un’azione antitrombotica e antiaggregante piastrinica)
  4. immunomodulante (regola e riequilibria le funzioni delle cellule del sistema immunitario)
  5. antibiotica e virus statica (ci sono studi che ne documentano l’efficacia nella terapia per il Covid 19 e viene utlizzato con successo nelle disbiosi )
  6. miorilassanti (aiuta i muscoli tesi a rilassarsi)
  7. antiossidanti

L’ozono terapia consiste:

  • nell’infiltrazione con aghi sottili di una miscela di ossigeno e ozono nei muscoli, nelle articolazioni e sottocute in quantità e sedi specifiche a seconda delle patologie da curare
  • nell’insufflazioni di ossigeno-ozono rettali, anali, vaginali, uterine e uretrali: la miscela di ossigeno e ozono viene introdotta nelle rispettive zone attraverso dei piccoli cateteri. L’ozono entra così in contatto diretto con tessuti soggetti a infezioni, infiammazioni, irritazioni, dolori o altre condizioni di disagio.
  • nella Grande Autoemotrasfusione (miscela di sangue venoso e ossigeno-ozono all’interno di una sacca certificata che viene reinfusa portando in circolo l’ozono e tutti i suoi benefici)
  • nella Piccola autoemoinfusione: il principio è lo stesso della grande autoemoinfusione, con la differenza il sangue arricchito di ossigeno-ozono viene reiniettato con una siringa per via intramuscolare anziché per via endovenosa.

Le principali indicazioni dell’ozono terapia sono:

  • artriti e artrosi
  • dolore cervicale e lombare
  • ernia del disco
  • fibromialgia
  • gonartrosi
  • lombosciatalgia
  • reumatismo articolare
  • sindrome da affaticamento cronico